Sicurezza

  1. Capire per essere in sicurezza

    Normativa

    Zattere di sopravvivenza nuova normativa ISO 9650
    Questa norma internazionale è in vigore dal 2005 e concerne tutte le zattere delle barche da diporto di lunghezza inferiore a 24 m. Due zattere sono disciplinate da questa norma: le costiere ISO 9650
    –II, quelle d’altura ISO 9650 –I.
    Ad oggi, nonostante la nuova normativa internazionale ISO 9650 sia stata approvata nella sua
    versione definitiva e pubblicata il 1 Marzo 2005, la sua applicazione non è ancora obbligatoria per tutti i paesi europei. Solo la Francia ha deciso per il momento di adottarla, primo paese in Europa. Italia e Spagna continuano a richiedere zattere in conformità alla loro normativa nazionale, emessa quando la norma ISO 9650 era ancora in via di definizione.
    Le zattere ISO 9650
    Vedi il consiglio
  2. Un equipaggiamento per la sicurezza personale

    Normativa

    E' stabilita dalla circolare del 18 marzo 2009, n. 4866
    Anche se per una navigazione a meno di 300 metri dalla costa un equipaggiamento individuale
    (giubbotto o bracciale) da 50 Newton può essere sufficiente, non ne troverete nel nostro catalogo (salvo giubbotto specifico per derive). Per una navigazione entro le 6 miglia o in acque interne, il regolamento richiede 100 Newton. Per questa zona di navigazione, la cintura di sicurezza non è richiesta. Oltre le 6 miglia, sono necessari modelli da 150 Newton in espanso o meglio autogonfiabili. Il giubbotto autogonfiabile deve essere considerato come una dotazione personale di sicurezza che vi segue anche se cambiate barca.

     

    Vedi il consiglio
  3. Il necessario per la sopravvivenza

    Fate una scelta corretta

    03-04_baliseflotte
     
    Sono presenti diverse soluzioni che differiscono per il GPS, l’autonomia ed il tipo di segnalatori. In questa famiglia di segnalatori d'emergenza satellitari vi sono gli EPIRB (Emergency Position Indicating Radio Beacon ) ed i PLB (Personal Locator Beacon ). Gli EPIRB sono i più ingombranti. Sono legati alla barca e galleggiano. I più piccoli sono quelli individuali. Non galleggiano, ma funzionano anche a terra. La localizzazione del segnalatore è assicurata dal passaggio dei sate
    Vedi il consiglio
  4. Siate previdenti

    Oltre la normativa

    La normativa regolamenti prescrivono 1 estintore per sezione di 20 m2 abitabile. Per un vano
    motore, si può utilizzare un estintore con comando a distanza. L’ideale è d’installare un estintore in ogni cabina. Pensate sempre alla disponibilità dell’estintore se il fuoco dovesse iniziare. A livello cucina è opportuno aggiungere una coperta anti-fuoco.

    Agire subito

    La velocità d’intervento è di primaria importanza soprattutto considerando che il tempo di
    funzionamento di un estintore è molto breve. Circa 6 secondi per un modello da 1 Kg, da 8 a 10
    Vedi il consiglio
  5. Il sistema universale di emergenza

    La normativa

    Entro 1 miglio dalla costa
    Nessun fuoco
    Navigazione costiera entro 3 miglia dalla costa
    1 set di 2 fuochi a mano e 1 boetta fumogena conformi alle norme SOLAS
    Navigazione costiera entro 6 miglia dalla costa
    1 set di 2 fuochi a mano, 2 razzi paracadute e 2 boette fumogene conformi alle norme SOLAS
    Navigazione costiera entro 12 miglia dalla costa
    1 set di 2 fuochi a mano, 2 razzi paracadute e 2 boette fumogene conformi alle norme SOLAS
    Navigazione d’altura entro 50 miglia
    1 set di 3 fuochi a mano, 3 razzi paracadute e 2 boette fumogene conformi alle norme SOLAS
    Navigazione d’altura senza limiti
    1 set di 4 fuochi a mano, 4 razzi paracadute e 3 boe
    Vedi il consiglio
Posts loader
Top of page